The Dawn of Man

Dopo miliardi di anni finalmente si creano le condizioni giuste, e tutto ha inizio: nasce il genere umano. Ma proprio quando i tempi sono maturi per l'avvento di questa super specie, il pianeta le si rivolta contro, precipitandola in una violenta glaciazione che minaccia di distruggerla. Ridotta a poche decine di migliaia di individui, la specie è sull'orlo dell'estinzione. Ma l'essere umano si sposta, impara e si adatta, e sfrutta i nuovi ponti di ghiaccio per spargersi nei 6 continenti, uscendo dalla prova più forte di prima. Quando i ghiacci si sciolgono queste sacche di umanità si ritrovano isolate. Da questi gruppi si svilupperanno varie civiltà. Mentre il clima si riscalda, in cinque diversi luoghi del pianeta avviene una rivoluzione: l'umano impara a piantare i semi, e la sua vita cambia definitivamente. Ora le cose avvengono sempre più in fretta: l'agricoltura porta alla nascita delle prime cittadine, e poi delle metropoli; allo sviluppo del commercio e delle comunicazioni; alla scrittura e alla legge; e a incredibili imprese nella tecnologia, nelle costruzioni e nel pensiero. Stonehenge, la scrittura, le piramidi. Ma il nuovo mondo che nasce ha anche i suoi lati oscuri, e porta con sé malattia, violenza, povertà, sottomissione.. e guerra.