War Crimes of the Liberators

I soldati americani hanno combattuto per la democrazia e la libertà dell’Europa dal nazifascismo. Ma anche quelli che la storia ha dipinto come portatori di pace, si sono macchiati di crimini brutali. Dietro alle loro medaglie, alcuni soldati hanno nascosto un oscuro segreto.
L'avanzata degli Alleati durante la campagna di liberazione dai regimi nazifascisti, non è stata immune da episodi di violenza. Nel corso delle operazioni militari, anche i soldati americani hanno commesso dei crimini di guerra. Stupri, saccheggi, omicidi, esecuzioni in massa di prigionieri e di civili: questa è l’altra terribile faccia della medaglia.
Pochissimi di questi crimini sono stati giudicati dai tribunali militari degli Stati Uniti. Molti casi di violenza sono stati insabbiati o catalogati come top secret. I crimini di guerra degli Alleati mostra una dolorosa pagina della nostra storia ingiustamente dimenticata.
È come se i liberatori, sperimentando con i propri occhi le atrocità tedesche, fossero caduti a loro volta in una spirale di violenza. Cos’è successo davvero durante la liberazione da parte degli americani?
Grazie a documenti inediti, immagini d’archivio, interviste alle vittime e agli stessi soldati americani, I crimini di guerra degli Alleati offre un nuovo punto di vista sulla Seconda Guerra Mondiale raccontando una storia atroce che non tutti conoscono.