Giorno della memoria

Il 27 gennaio 1945 venivano aperti i cancelli del campo di concentramento di Auschwitz e i suoi prigionieri liberati.

In occasione del Giorno della Memoria, History propone una programmazione speciale con una serie di documentari volti a raccontare le varie sfaccettature di una delle pagine più nere della storia moderna.

Alle 21:00, due documentari concludono il ciclo riportando testimonianze esclusive dei sopravvissuti, che racconteranno cosa ha significato essere di fede ebraica durante la Seconda Guerra Mondiale.

"1938: QUANDO SCOPRIMMO DI NON ESSERE PIÙ ITALIANI" - Un film documentario di Pietro Suber – Domenica 27 Gennaio alle 21
Prodotto da Bruno Tribbioli, Alessandro Bonifazi, Dario Coen. Una produzione Blue Film con Rai Cinema in associazione con Istituto Luce – Cinecittà con il sostegno di Fondazione De Benedetti - Cherasco 1574 (ONLUS) con il sostegno della Compagnia di San Paolo e Archivio Ebraico B. e A. Terracini

A partire dalla pubblicazione delle leggi razziali (1938) fino ad arrivare alla deportazione verso i campi (1943-1945), scopriamo le vicende di migliaia di italiani, ebrei e non, attraverso le testimonianze non solo dei sopravvissuti, ma anche dei loro persecutori e di quei testimoni che seppur non aderendo in prima persona, non si opposero alla nuova politica.


SACHSENHAUSEN - LE DUE FACCE DI UN CAMPO – Domenica 27 Gennaio alle 21.50
Il campo di concentramento di Sachsenhausen, alle porte della città di Berlino, fu uno dei campi di concentramento più importanti della Germania Nazista.
Progettato come lager “esemplare” per proiettare l’immagine di potere del nazismo, nell’agosto del 1945 torna in funzione come campo speciale sovietico, per poi venir definitivamente chiuso nel marzo del 1950.
Un episodio speciale, che mostra non solo il volto del lager nazista, ma per la prima volta anche quello di campo speciale sovietico.