Genova. Il ponte spezzato.

“Faccio l’ultima consegna e vengo a casa”.
È il messaggio che Luigi invia a Lara: da quel momento in poi ci sarà solo silenzio, rimpiazzato solamente da un’ansia crescente. È il 14 agosto 2018 e Lara non può sapere che Luigi si trovasse proprio sul Ponte Morandi di Genova.

In questa calda vigilia di Ferragosto, esattamente alle 11.36 c’è il crollo che avrebbe echeggiato in tutto il mondo con foto, video e testimonianze. Il bilancio definitivo sarà di 43 morti, decine di feriti e 600 sfollati. Una sciagura annunciata che mette a nudo una gestione insufficiente della rete stradale italiana.

Ci sono i drammatici racconti dei sopravvissuti, come Davide Capello, il ragazzo volato per 80 metri con la sua automobile e uscito miracolosamente illeso. C’è l’immagine simbolo, un camion a pochi metri dal baratro, perché l’autista ha frenato in tempo. E ci sono tutte le storie spezzate, tutte quelle vite che sono state distrutte in pochi minuti di autentico orrore.

L’indagine sul crollo di Genova stabilirà chi dovrà assumersi le responsabilità e pagare per questa tragedia immane. Tra le macerie la magistratura cerca i reperti, ritenuti la prova chiave per stabilire le cause del disastro.

Le considerazioni degli esperti si intrecceranno con le testimonianze dei sopravvissuti, dei familiari delle vittime, dei soccorritori e di chi ha perso la casa, per dar vita ad un documentario-inchiesta in cui la ricerca della verità insegue le drammatiche storie dei protagonisti.

GENOVA. IL PONTE SPEZZATO, domenica 11 Agosto alle 21.00 e Martedì 14 Agosto alle 11.36, su History, canale 407 di Sky.