Succede Oggi

Maometto completa l'Egira

Il 24 settembre 622 il profeta Maometto scampa alla morte ultimando l''Egira' o 'fuga' dalla Mecca a Medina. La Mecca è la città natale del grande profeta e il cuore sacro dell'Islam. Nel 610 in una caverna sul monte Hira, a nord della città, Maometto aveva avuto una visione in cui dio gli ordinava di farsi profeta della 'vera religione'. Il suo seguito in città era più numeroso e le autorità, preoccupate dalla sua ascesa, tramarono per ucciderlo. Scampato al complotto, Maometto il 24 settembre raggiunse Medina. Qui fondò e organizzò la comunità islamica. Nel 630 tornò alla Mecca da conquistatore. Successivamente l'Egira segnò l'inizio (anno 1) del calendario musulmano.

Succede anche

I nove di Little Rock

Il 24 settembre 1957 il presidente degli Stati Uniti Dwight D. Eisenhower dà ordine alle truppe scelte della 101° divisione aerotrasportata di intervenire a Little Rock, la capitale dell'Arkansas, per garantire a 9 studenti di colore il diritto di frequentare una scuola pubblica. La corte suprema aveva stabilito poche settimane prima che la segregazione razziale era incostituzionale e che le scuole dovevano garantire libero accesso a tutti i cittadini, senza discriminazioni di nessun tipo. Diversi gruppi segregazionisti avevano fisicamente impedito agli studenti di colore di entrare nell'edificio della scuola e il governatore dell'Arkansas aveva inviato la guardia nazionale a sostegno dei segregazionisti. L'immagine di nove studenti di colore bloccati da una fila di soldati aveva sollevato l'indignazione nazionale. L'intervento del presidente per garantire i diritti civili dei cittadini americani di colore segna uno dei momenti più importanti nella storia dei diritti civili negli Stati Uniti.

Personaggi Famosi

Pedro Almodovar

Il 24 settembre 1951 nasce a Calzada de Calatrava Perdro Almodovar, affermato regista spagnolo, più volte premiato. Cresce in Estremadura e poi a Madrid, dove fin da giovanissimo si dedica alla realizzazione di filmati amatoriali, documentari, cortometraggi. Il suo esordio nel lungometraggio risale al 1980: Pepi, Luci, Bom e le altre ragazze del mucchio. È l'inizio di una folgorante carriera, in un momento molto particolare per la vita culturale spagnola e soprattutto della capitale, Madrid, centro della "movida". Con Donne sull'orlo di una crisi di nervi (1988) giunge la consacrazione a livello internazionale, e tutti i film successivi hanno successo in tutto il mondo. Nel 2000 vince la Palma d'Oro a Cannes come miglior regista, per Tutto su mia madre (1999), che successivamente vince anche l'Oscar. Un grande successo sia di critica che di pubblico ha accompagnato anche le opere successive: Parla con lei (2001), La mala educación (2004) Volver (2006).