Succede Oggi

I Patti del Laterano

L'11 febbraio 1929, a risultato di lunghe e riservate trattative, vengono firmati a Roma, una serie di trattati che pongono fine alla situazione di tensione diplomatica tra lo stato italiano e la Chiesa. Il fascismo non aveva tardato a accorgersi della grandissima utilità che poteva trarre da un eventuale appoggio della Chiesa, ed aveva abbandonato il suo iniziale e marcato anticlericalismo. Nel 1925 viene soppressa la massoneria, e l'anno successivo hanno inizio le trattative vere e proprie, per giungere ad una composizione della "questione romana". L'11 febbraio 1929, nei palazzi del Laterano, Mussolini e il segretario di stato vaticano Cardinal Gasparri si incontrano per la storica firma. E' un notevole successo propagandistico per il regime fascista.

Succede anche

Liberato Mandela

Nelson Mandela, leader del movimento contro la segregazione in Sudafrica, viene rilasciato dopo 27 anni di prigionia. Membro dell'African National Congress (ANC), aveva promosso la resistenza nonviolenta all'apartheid ma, in seguito al massacro avvenuto nella township nera di Sharpeville (1960), dove la polizia sudafricana uccise 69 dimostranti disarmati, aveva rafforzato la militanza. Nel 1964 fu accusato di tradimento e condannato all'ergastolo, da scontare nella terribile prigione di Robben Island. Ma Mandela non si arrese e in prigione guidò un movimento di disobbedienza civile che riuscì a migliorare le condizioni carcerarie. Nel 1989 il nuovo presidente sudafricano F.W. de Klerk cominciò ad abolire l'apartheid. Dopo la scarcerazione Mandela ha guidato le trattative dell'ANC con il governo de Klerk per la fine dell'apartheid e nel 1994 è divenuto il primo presidente nero eletto in Sudafrica.

Personaggi Famosi

Sylvia Plath

L'11 febbraio 1963 muore suicida a soli 31 anni Sylvia Plath, poetessa e musa emblematica di una stagione cruciale per la cultura americana. Nata a Boston nel 1932 da genitori di lingua tedesca, studia a New York dove comincia a scrivere su diverse riviste. Soffre di disturbi nervosi, ed è più volte ricoverata in manicomio e sottoposta a cure psichiatriche, e all'elettroshock, mentre continua gli studi di letteratura e di poesia. Conosce il poeta inglese Ted Hughes, che sposa nel 1956 e dal quale avrà diversi figli. Si uccide nel 1963, lasciando un'enorme quantità di poesie violente e disperate, più tardi pubblicate dal marito. Nel corso degli anni Sylvia Plath è diventata un simbolo delle rivendicazioni femministe del Novecento ed è considerata una delle voci più potenti e limpide della letteratura del secolo scorso.