Roots

Il Programma: 

Una produzione originale con un cast stellare. A distanza di quasi 40 anni torna Radici, l’epopea di Kunta Kinte e dei suoi eredi alla conquista della libertà.
1750: Gambia, Africa occidentale. Il giovane Kunta viene rapito e catturato da una tribù rivale. È l’inizio di un lungo viaggio, una storia di sopravvivenza, coraggio e speranza.
È l’8 settembre 1978 e per la prima volta in Italia viene trasmessa Radici, miniserie basata sull’omonimo romanzo di Alex Haley. A distanza di quasi 40 anni arriva su History il remake di quella serie che ha fatto la storia della televisione. Una nuova versione, ancora più intensa, coinvolgente e spettacolare. Una produzione originale degli A+E Studios, con un budget vicino ai 50 milioni di dollari e un cast che include i premi Oscar Forest Whitaker e Anna Paquin e il vincitore dell’Emmy Laurence Fishburne.
Come l’originale, la nuova serie segue la storia del giovane Kunta Kinte, nato in una famiglia mandinga che si oppone al commercio degli schiavi. Ma in pieno periodo coloniale la tratta dei neri è una pratica diffusa tra i proprietari delle piantagioni e i mercanti di schiavi locali.
Per questo Kunta, raggiunta la giusta età, comincia ad essere addestrato per diventare un guerriero e difendersi dalle aggressioni degli schiavisti. Proprio durante un addestramento viene catturato dalla famiglia rivale dei Koro, che lo vende ai commercianti di schiavi bianchi. Caricato su una nave insieme ad altri della sua famiglia, viene trasportato in condizioni brutali nell’America coloniale. Lì viene venduto come schiavo a John Waller, proprietario di una piantagione in Virginia.
Kunta dovrà accettare un nuovo nome, un nuovo lavoro, una nuova vita dove l’identità personale non conta più. Ma la sete di libertà lo porterà più volte a tentare la fuga, subendo gravi punizioni per i suoi comportamenti.
Con Radici attraverseremo le tappe più importanti della storia americana, dalla guerra d’indipendenza alla rivolta degli schiavi, fino alla Guerra Civile.