The Magliana Gang

Il Programma: 

E' la vera storia della Banda della Magliana raccontata dai veri protagonisti. Intrighi, oscure vicende, rivelazioni. Una pagina unica e irripetibile della storia di Roma e d'Italia, oscure vicende vengono a galla ancora oggi. Interviste esclusive a testimoni e membri della banda.

"La Banda della Magliana è stata e resterà sempre un'esperienza criminale irripetibile". Così Renzo Danesi, uno dei fondatori, ha definito la Banda della Magliana, il sodalizio criminale attivo a Roma tra la fine degli anni '70 e i primi '90. Giovani, spietati, incoscienti: i ragazzi della Banda sono questo. Amici goliardici un attimo prima e precisi killer subito dopo. La storia della Banda della Magliana passa per i leader che ne hanno segnato gli alti e i bassi, cercando di prendere il sopravvento sugli altri, ma finendo inevitabilmente con l'essere eliminati: dall'ispiratore Franco Giuseppucci fino al discusso "Renatino" De Pedis.

Nata nel 1977 e inizialmente dedita alle rapine e ai sequestri di persona, la Banda della Magliana diventa presto una potente e ramificata organizzazione criminale, in un susseguirsi di omicidi locali e oscure vicende della storia d'Italia che vengono a galla ancora oggi. "Solo uno di noi poteva fregarci", continua Danesi. La Banda della Magliana comincia a scricchiolare nel 1983, quando un affiliato decide di pentirsi e racconta tutto. La lunga agonia che ne segue porta gli amici di un tempo a sterminarsi l'uno con l'altro. Maurizio Abbatino, l'ultimo boss della Banda, subito dopo il suo arresto a Caracas nel 1992, si limitò ad un semplice e laconico sorriso per commentare la fine di quell'esperienza irripetibile.