2 DICEMBRE 43: INFERNO SU BARI

Il Programma: 

2 dicembre 1943: è ormai sera quando 105 bombardieri tedeschi fanno incursione aerea nel porto di Bari, distruggendolo quasi completamente e spazzando via ben 17 navi.

Ma il peggio deve ancora venire: a seguito dell’attacco, centinaia di marinai e civili si recano in ospedale accusando un grave malessere. Di fatto non riportano ferite, ma cominciano ad avere eritemi cutanei, bruciore agli occhi, difficoltà respiratorie. Molti muoiono in circostanze mediche sconosciute.

Che cosa sta succedendo?

Eisenhower stesso invia un ufficiale medico a fare chiarezza sull’ accaduto. L’origine del problema sembra stare nel mercantile americano John Harvey, esploso durante il bombardamento. Apparentemente, il mercantile trasportava un carico top -secret: bombe all’iprite, un gas letale vietato dalle Convenzioni di Guerra del 1925.

A seguito di questa rivelazione, una rigida censura militare cala sull’accaduto.

Ma perché gli Alleati hanno introdotto una nave con armi chimiche nel nostro paese? Perché Churchill cerca di insabbiare gli avvenimenti? I tedeschi hanno mai saputo quanto successo nel porto di Bari?

Scopritelo con noi lunedì 17 dicembre, alle 21:50 su History Channel.